Il consigliere Elis Monaco risponde alle accuse di abuso edilizio mosse da alcuni esponenti di minoranza
abuso

Questo articolo è stato letto 895 volte!

 

Il consigliere Elis Monaco: “Calunnie le accuse di abuso edilizio”

Egregio direttore,
benchè non intendessi scivolare nella querelle da altri auspicata, il rispetto, nei confronti dei cittadini tutti, e del mio ruolo di professionista prima e Consigliere Comunale poi, mi obbligano a scrivere la presente e chiedo che mi venga riservato sul Vs. giornale lo stesso spazio ad altri consentito.
Chi passeggia per Velletri avrà avuto modo di vedere quanto la città negli ultimi tre anni sia stata trasformata. Non avrà sciato tra i rifiuti o surfato tra le buche. E sono convinto, che abbia avuto modo di costatare come la qualità della vita sia migliorata.
Non so quale percorso abbia effettuato il direttore di un settimanale, ma Lo invito a rendere edotto il sottoscritto, l’amministrazione e tutta la cittadinanza, in merito alla dichiarazione“…che qualsiasi terreno, che per anni è rimasto sterilmente abbandonato, oggi, improvvisamente, è divenuto sede di cantiere edilizio”. Sono certo che fornirà ai suoi lettori e in ultimo al sottoscritto i necessari chiarimenti. Chi possiede un terreno edificabile ha il diritto di costruire. O egli vuole intendere altro, allora ci delucidi o, siffatta affermazione è talmente ovvia, che non merita repliche. C’è bisogno di trasparenza e lealtà, non si può pensare di lanciare il sasso e nascondere la mano. È in accettabile che si usino i mezzi di stampa per diffamare e calunniare chi con il suo lavoro genera ricchezza e crescita per Velletri rispettando le regole. Chi è abituato a vivere nel fango crede che anche gli altri lo facciano.

Sull’accusa di abuso edilizio e delle calunnie che mi sono state rivolte…

…mi riservo di procedere legalmente.
E’ bene che i cittadini conoscano la verità. Il denunciante è il sig. Ing. Bologna ex dirigente del Comune di Velletri che ha avuto la “capacità”, per la prima volta a Velletri, di unire tutti gli imprenditori contro di lui e l’amministrazione dell’epoca. Sono il progettista, direttore dei lavori nonché propietario di un terreno sul quale a seguito del Permesso di Costruire rilasciatomi dal Comune di Velletri, ho iniziato a costruire. Il sig. Ing. Bologna confinante al terreno su cui sto erigendo il fabbricato a iniziato la sua crociata ben prima che possassi la prima pietra. Egli, ha dapprima presentato denuncia presso il T.A.R. del Lazio che con la sentenza N.03489/2010 ha dichiarato irricevibile il ricorso, respingendolo. In seguito, è stato fatto appello alla sentenza ma con l’ordinanza 2571/2010 dell’ 11/06/2010 il TAR del Lazio ha respinto nuovamente la richiesta. Non soddisfatto, ha presentato ricorso al Consiglio di Stato. Il mio legale ha provveduto a presentare le memorie in data 21/07/2010 ma ancora il C.d.S. non si è pronunciato. Sempre il Sig. Ing. Bologna ex dirigente del Comune di Velletri, ha presentato un esposto-denunzia alla Procura della Repubblica in data 20/03/2010, e ancora un altro esposto-denunzia il 15/06/2010. Riporto uno stralcio del secondo esposto denunzia dell’ex dirigente “Lo scrivente fa presente che il progettista e D.L. dell’intervetno di cui si tratta rivesta la carica di cosigliere comunale di maggioranza ed è anche compagno o marito della figlia dell’attuale Sindaco del Comune di Velletri.” L’utlimo esposto-denunzia risale alla data dell 08/02/2011. Qualcosa mi dice che non sarà l’ultimo. Per non farsi mancare nulla ha presentato anche un esposto al Genio Civile di Roma, e quindi alla Regione Lazio. Non voglio entrare negli aspetti tecnici, poiché oggetto di accertamenti da parte della Procura di Velletri, della quale ho piena fiducia, e della quale sono certo, opera senza condizionamenti politici: cosa che non avviene altrove. Ad esempio ho difficoltà a comprendere come la Regione Lazio, oggi contesti nella nota inviata al Dirigente Ing Albertini, “l’assenza di opere di urbanizzazione nell’area oggetto di intervento”, ma nel 2006, la stessa Regione Lazio ha approvato un P.R.G. classificando la stessa area di intervento urbanizzata. In sintesi, nel 2006 le opere di urbanizzazione c’erano, oggi, improvvisamente non ci sono più…! O la struttura della Regione Lazio e quindi la politica in primis con l’ass. Ciocchetti, hanno sbagliato nel 2006 approvando il P.R.G., oppure la Regione Lazio sta sbagliando oggi.
C’è da portare a conoscenza i lettori che si è interessato al mio edificio, non solo il denunciante, ma anche tutta l’opposizione di centro destra. La quale non mi pare abbia avuto lo stesso atteggiamento d’interesse con le 12.000 pratiche abusive del Ns territorio. E in tutto il mio periodo di militanza non si sono mai interessati alle mie attvitàquanto in questo periodo. E quindi nel C.C. del 29/06/2010, in quello del 28/10/2010 e ancora recentemente tutta l’opposizione compatta arriva a chiedere l’aquisizione gratuita al patrimonio comunale dell’immobile che sto costruendo. Alla faccia dei moderati, garantisti, liberali di centro destra che salvaguardano la proprietà privata! Neanche il peggiore Partito Comunista dalla Cina a Cuba passando per il Vietnam ha osato chidere tanto. E’ bene che i cittadini lo sappiano!

Le accuse di abuso edilizio per colpire il Sindaco

Tutto ciò palesa il tentativo maldestro di colpire il Sindaco, e tutta questa amministrazione attraverso le persone al Sindaco vicino. E’ inacettabile, indecorso è un attacco alla democrazia. In politica bisogna confrontarsi sui programmi, e su quello che un’amministrazione ha realizzato. Con maggiore senso civico e rispetto dell’avversario politico.
Mi è stato rilasciato un permesso di costruire che è ancora pienamente efficace e leggittimo. La nota della Regione Lazio richiamata contiene delle asserzioni che saranno puntualmente smentite nelle sedi opportune.
Sottoscrivo ancora oggi l’affermazione dell’Ass. Pocci, che lo sviluppo e la crescita di una città, passano attraverso la trasformazione del territorio. Trasformazione che per anni hanno significato solo speculazione selvaggia. Tasformazioni che devono essere disciplinate da uno strumento urbanistico, il P.R.G., che individua gli assi di sviluppo e di crescita di un territorio. Un P.R.G. capace di fornire risposte ai meno abbienti con la pianificazione di aree da destinare alla realizzazione di case popolari, Housing sociale. È inutile che ricordi che la Ns Variente Generale proposta e appovata da chi oggi denuncia i presenti d’illeciti edilizi non ha nulla di tutto ciò. Sono assenti le aree per la nuova 167, sono assenti le aree per nuovi parchi. Non mancano però gli interventi di speculazione pesante, di cui discuteremo a breve e che interessano consiglieri di centrodestra. (Questo P.R.G. è stato adottato nel 2000 e né Monaco, né Servadio, né Pocci c’erano) Un P.R.G. flessibile e armonioso al fine di evitare quei fenomemi di abusivismo vera piaga sociale del nostro territorio (circa 12.000 pratiche).
Un’amministrazione garantista, rispettosa dei cittadini, delle regole, espressione della volontà democratica dei cittadini, verifica, e corregge le devianze della struttura, il suo presunto malfunzionamento. Ne sono un esempio, la VOLSCA e la VELLETRI SERVIZI, risanate da questa amministrazione.
Troppo facile dire sempre NO, troppo facile non assumersi le responsabilità. Troppo facile fare in modo che siano sempre gli altri ad assumersi le responsabilità che dovrebbere essere Nostre.
Non appartiene questa filosofia di vita, né al sottoscritto, né a questa amminstrazione incominciando dal Ns. Sindaco.

abuso

Articoli correlati:

2 Comments
2 Comments
  1. Che tristezza ragazzi! dalle parti dei miei si direbbe..che beccheria!!! la Procura dirà ma si dica..la prescrizione probabile degli appalti truccati?la porcheria del Ciambellone di cui alla sentenza dell’alta Corte? lo sporco ladrocinio della Volsca Uno?..tra cui l’affitto della sede di Piazza Cairoli? ed altro? Beccheria, dalle parti dei miei..sta per salumeria e nella salumeria si vendono anche i “coglionji di mulo” che nel caso mangereccio sono cose prelibate ma, chi i muli e i coglioni veri? E la famosa fidejussione? Si abbia almen l’accortezza di tacere onde non provocare il vomito..ai cittadini

  2. Senza entrare nel merito di alcune tue osservazioni e considerazioni su fatti e situazioni che non conosco o conosco solo parzialmente ti do atto di aver risposto e di aver messo la faccia su questioni dove tutti chiacchierano e si “aggiustano” i propri
    “commodi”. Metterci la faccia e dire quello che si sa è già molto,e costa. Specie a Velletri

Leave a comment

Cittadino Il Comune Comments

Polls

Siete a conoscenza del progetto del Parcheggio Multipiano a Piazza Donatori di Sangue?

View Results

Loading ... Loading ...

Warning: Missing argument 2 for wpdb::prepare(), called in /web/htdocs/www.miglioriamovelletri.it/home/wp-content/plugins/bloggerhigh_comments/bloggerhigh_comments_include.php on line 606 and defined in /web/htdocs/www.miglioriamovelletri.it/home/wp-includes/wp-db.php on line 1037

Warning: Missing argument 2 for wpdb::prepare(), called in /web/htdocs/www.miglioriamovelletri.it/home/wp-content/plugins/bloggerhigh_comments/bloggerhigh_comments_include.php on line 608 and defined in /web/htdocs/www.miglioriamovelletri.it/home/wp-includes/wp-db.php on line 1037

Warning: Missing argument 2 for wpdb::prepare(), called in /web/htdocs/www.miglioriamovelletri.it/home/wp-content/plugins/bloggerhigh_comments/bloggerhigh_comments_include.php on line 613 and defined in /web/htdocs/www.miglioriamovelletri.it/home/wp-includes/wp-db.php on line 1037
SEO plugin for wordpress