La Corte dei Conti esprime le condanne in merito alla fidejussione del Comune di eur 14.000.000,00 del 2004.
corte-dei-conti

Questo articolo è stato letto 573 volte!

Comune

Sentenza ex amministratori Comune di Velletri

Alla fine la sentenza non è stata clemente nei confronti di alcuni componenti della ex giunta comunale capitanata dall’allora Sindaco Bruno Cesaroni, per il danno causato alle casse del nostro Comune.

La vicenda trovava la propria genesi nella deliberazione di Giunta n. 364 del 20 dicembre 2004 (Verbale del Consiglio Comunale 24 Dicembre 2004 (280)), quando il nostro Comune, impossibilitato nel chiedere finanziamenti di nessun tipo a causa di un grave deficit finanziario, derivato dalla mancata riscossione di crediti verso soggetti privati e pubblici, aveva autorizzato l’Azienda Speciale Velletri a richiedere un’apertura di credito alla Banca di Credito Cooperativo, per un massimo di 14 milioni di euro.

Ottenuto il credito, previa fideiussione, il Comune si era fatto trasferire nelle proprie casse il finanziamento, con l’intento di restituirlo attraverso gli introiti dei crediti, a quel momento non riscossi, ceduti dal Comune all’Azienda Speciale.

Quello che ci chiediamo: Sarà stata una coincidenza l’aumento in quel periodo di multe che venivano appunto gestite all’ex Azienda Speciale di Velletri alla quale erano stati ceduti dal Comune gli introiti dei crediti?

Per questa manovra non proprio limpida, la Corte dei Conti con Sent. n. 473/20110,   condanna i responsabili al pagamento di somme che variano in base all’effettiva responsabilità, più naturalmente le spese processuali.

Non inseriremo nell’articolo l’elenco dei responsabili e le somme che sono condannati a pagare in quanto ci dilungheremmo troppo.

Alleghiamo comunque il documento ufficiale della sentenza della corte dei conti, dove potrete approfondire la faccenda e trovare i nomi dei nostri ex amministratori del nostro Comune.

Sentenza Corte dei Conti. n. 473/2011 (1382)

Vogliamo che questi fatti rimangano bene impressi nella memoria di noi cittadini, perchè il danno apportato alle casse del nostro comune, ce lo porteremo avanti per anni e probabilmente lasceremo questo debito ai nostri figli!

Un cittadino responsabile queste cose le deve tenere presente quando si accingerà nuovamente al voto. Ricordiamoci che per via del dissesto finanziario attualmente le nostre imposte e tasse sono state portate al massimo, speriamo che la storia non si ripeta ancora.

 

 


Articoli correlati:

3 Comments
2 Comments
  1. vi voglio raccontare una storia che ho vissuto in questi giorni e credo che sia la conseguenza di quello che i nostri amministratori hanno lasciato dopo anni di amministrazione allegra della cosa pubblica e la cosa che mi dispiace che poi alla fine nessuno dei lor signori ci rimette nulla e tutti restano come prima e tutti i cittadini pagano in sollido.
    la storia inizia che una mattina mi viene lasciata nella cassetta delle lettere un avviso di andare nell’ufficio notifiche del Comune per ritirare una cartella esattoriale?
    la sorpresa al momento del ritiro, per il Comune di Velletri non ho pagato la rata dell’ICI dell’anno 2003, tenete conto che sono proprietario al 50% con mia moglie, però l’evasore risulto solo io.
    mi reco al Comune con le ricevute dell’avvenuto pagamento ma nulla da fare, e mi mandano alla sede dell’azienda speciale, e li senza tanti complimenti mi mandani alla sede della Gerit, a nulla serve far capire a loro che la Gerit è l’ente incaricato della riscossione, pertanto chi deve controllare sono loro incaricati dal comune, non ci sono possibilità di essere ascoltato, e solo per scrupolo mi reco presso la sede della Gerit e li mi dicono quello che già sapevo chi deve controllare e togliere è solo il comune di Velletri, tenete conto che allo sportello della Gerit eravamo in 4 tutti con la stessa storia.
    a questo punto mi rivolgo al mio legale perchè se non si ricorre nei 60 giorni la richiesta passa esecutiva, presento ricorso ma non contento chiedo in giro e ho la fortuna di parlarne con l’amico Fulvio e mi fissa un appuntamento con l’assessore di competenza e mi reco con la cartella esattoriale e le ricevute e l’assessore si accorge e mi fa notare che il debito non era del 2003 ma addirittura del 1998, alquanto stupito torno a casa e vado a cercare le ricevute del 1998 e le riporto in Comune e finalmente si accorgono che c’è un errore perchè era tutto pagato ?? allora mi chiedono di tornare presso l’azienda speciale e li scopro che la cartella a nome di mia moglie secondo loro era stata notificata e mia moglie solerte era andara e aveva saldato il debito mentre io praticamente non avevo assolto, però risultava pagato??? considerate che mia moglie non si è mai incaricata di queste cose pertanto non si capisce come e perchè presso l’ufficio risultava una cartella evasa mentre l’altra nonostante risulta pagata viene notificata. ora sto aspettando che mi comunicano con lettera che fanno presente alla Gerit che tutto è pagato e che la cartella deve essere annullata, ma siccome non ho fiducia ho chiesto al mio legale di procedere per due motivi uno perchè come cittadino ho sempre fatto il mio dovere e l’altro perchè ho la vaga speranza che qualcuno verrà chiamato alle proprie responsabilità, spero di poter essere stato utile per quelli che si sono trovati con lo stesso problema. Giovanni

  2. Per me non è una novità. Le malefatte di alcuni membri della passata gestione le conoscevo bene. Non le conoscevano bene molti nostri concittadini e penso non le conoscano ancora o fanno finta di non conoscerle per eccessivo masochismo.Spero solo che paghino veramente i responsabili di questo dissesto che non ci consentono di alleggerirci delle imposte comunali che siamo costretti a pagare al massimo livello consentito

Leave a comment

Cittadino Il Comune Comments

Polls

Siete a conoscenza del progetto del Parcheggio Multipiano a Piazza Donatori di Sangue?

View Results

Loading ... Loading ...
wordpress plugin post